Bashar al-Assad: “Varate Nuove Leggi che prevedono Prigione con Lavori Forzati per i Terroristi”

*

Il Presidente Bashar Al-Assad istituisce tre leggi contro il terrorismo, licenziamento dei lavoratori statali che commettono atti terroristici, condanna per i rapitori ai lavori forzati
*
DAMASCO – 7 luglio 2012 – Lunedi’, il presidente Bashar al-Assad ha rilasciato la Legge 19 sulla lotta al terrorismo.

Il presidente al-Assad ha inoltre emanato una legge sul licenziamento dei lavoratori statali che siano accusati con un verdetto del tribunale di aver commesso atti terroristici, di essersi uniti a gruppi di terroristi, di istigazione e di aver fornito assistenza morale o materiale a  gruppi armati terroristici.

Il presidente al-Assad ha anche emesso una legge che stabilisce che la pena per chi sequestra una persona con la forza o l’inganno, con lo scopo di riscatto, comporta una pena dai 10 ai 20 anni di carcere duro con lavori forzati, piu’ una multa.

Tale legge anti-terrorismo ha individuato alcuni termini in relazione alla sua applicazione, definendo quale atto terroristico ogni atto che miri a creare uno stato di panico tra la gente, destabilizzando la sicurezza pubblica e danneggiando le infrastrutture di base del paese usando armi, munizioni, esplosivi, materiali infiammabili, prodotti tossici, fattori epidemiologici o batteriologici, o qualsiasi altro metodo atto a conseguire tali scopi.

Viene definita come -organizzazione terroristica- un gruppo di tre o più persone che abbiano lo scopo di commettere uno o piu’ atti terroristici.

Quanto al -finanziamento del terrorismo- si intende qualsiasi fornitura diretta o indiretta di soldi, armi, munizioni, esplosivi, strumenti di telecomunicazione, informazioni o altre cose con l’obiettivo di essere utilizzate nella realizzazione di un atto terroristico da una sola persona o da un’organizzazione terroristica.

La legge elenca le varie formule riferite:

  • al commettere atti terroristici,
  • alla creazione di organizzazioni terroristiche,
  • alla cospirazione per commettere atti terroristici,
  • al reclutamento di terroristi o di formazioni terroristiche,
  • al finanziamento del terrorismo,
  • al possesso, al contrabbando, alla fabbricazione o al furto di armi o esplosivi con l’intento di utilizzarli per atti terroristici,
  • alla minaccia nei confronti del governo con atti terroristici,
  • al sequestro di veicoli da trasporto
  • alla distribuzione di pubblicazioni o informazioni che promuovano il terrorismo.

La legge include anche le condizioni e le circostanze attenuanti per assolvere persone incriminate o attenuare le loro sentenze, tra cui la segnalazione di reati previsti dalla legge, e l’aiuto per l’arresto di criminali.

La legge integrale sarà pubblicata sui giornali governativi ufficiali e verra’ messa in vigore al momento della sua pubblicazione.

In una dichiarazione all’agenzia SANA, il ministro della Giustizia, Radwan Habib,  ha detto che la Legge n ° 19 è stata rilasciata a causa della gravità di alcuni dei reati che hanno avuto luogo di recente e per l’inadeguatezza delle leggi esistenti in rapporto con tali atti.

Egli ha detto che la legge ha impostato parametri adatti a crimini di gravità estrema, tenendo conto dei diritti dei cittadini, soprattutto quelli alla libertà e alla dignità, insieme con il diritto dello Stato di proteggere se stesso ed i suoi interessi.

Habib ha osservato che in molti paesi ci sono leggi simili.

A sua volta Nizar ak-Skif,  capo della Syrian Bar Association, ha detto che la legge n ° 19 è stata approvata appena in tempo, e che coloro che si relazionano con le istituzioni del Paese assumendo una mentalità direttamente o indirettamente terroristica devono essere puniti severamente, in modo corrispondente alla gravità degli atti terroristici con i quali minacciano di distruggere il paese, i cittadini e tutte le altre componenti della Patria.

Traduzione a cura di Filippo F. Pilato per SyrianFreePress.net Network

at http://syrianfreepress.wordpress.com/2012/07/03/bashar-al-assad-prison-with-hard-labor-for-terrorists-prigione-con-lavori-forzati-per-i-terroristi-eng-ita/

*

*

*

*

*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...