Le prove: Qatar (Arabia Saudita) e Turchia dietro il finanziamento ai mercenari e bande di terroristi in Siria

Foto delle comunicazioni scambiate via Email tra “Nabil Tabbarar (libanese di Beirut) e il direttore della direzione del ramo e Rim El-Hajjeh (libanese di Tripoli), descrive il supporto finanziario del Qatar per i terroristi siriani.

Il direttore di una delle filiali della Banca di Doha ha divulgato documenti finanziari giustificativi il sostegno del governo del Qatar per i gruppi terroristici dei ribelli in Siria.

Addiyar, quotidiano libanese, ha riferito, lunedì, di aver ricevuto una e-mail del direttore di una delle filiali della Banca di Doha di proprietà di uno dei membri della famiglia reale, che ha presentato i dettagli di come il Qatar ha finanziato i terroristi in Siria. Secondo la mail, il regista sospettava le operazioni delle due banche clienti Moataz al-Khayyat Moataz e Mohammed al-Khayyat. I due uomini proprietari di una piccola azienda contraente a Doha, denominata UCC.

“Dopo che avevano soliti piccoli conti di deposito, transazioni, rimesse, e crediti, hanno recentemente iniziato a portare una grande quantità di rimesse di denaro settimanali provenienti da varie fonti, “il direttore ha informato il quotidiano libanese.

Egli ha inoltre ricordato che il Diwan Emiri è la fonte principale di finanziamento così come altri dell’Oman, Siria e Qatar.

“Dopo il controllo e le ispezioni, ho scoperto che le coordinate bancarie erano prive di qualsiasi giustificazione riguardo allo scopo di tali operazioni”, il funzionario di banca ha detto e ha sottolineato che “questo contraddice le regole della nostra Banca, così come le convenzioni internazionali in relazione al riciclaggio “.

Il regista ha sottolineato che “una volta ho chiesto chiarimenti, sono rimasto sbalordito dal capo del Retail Banking Nabil Tabbar (libanese di Beirut) e il direttore della direzione del ramo Reem Yahya al-Hija (libanese di Tripoli). ”
“Sono fortemente contrario a congelare i conti senza fornire ulteriori dettagli”, ha dichiarato.

Dopo un po ‘, il regista ha scoperto che grandi quantità di denaro trasferito sui conti di al-Khayyat, vengono convertiti in Mahasen settimanale al-Khayyat a Istanbul, attraverso la Garanti Bank.

Inoltre, gli importi sono prese tramite assegni depositati sul conto di una persona libanese di nome Ronnie Jean al-Ramadi in Koura, nord del Libano.
Successivamente, il denaro viene trasferito ad un responsabile della sicurezza turca Ataturk. L’uomo, con l’aiuto di altri uomini turchi e siriani, le mani i soldi per un uomo di nome Abu Mamoun, che compra le armi e munizioni per il cosiddetto “Esercito siriano gratuito”. E ‘stato anche scoperto che nel mese di agosto ha consegnato una grossa somma di denaro a un libanese Sheikh a Tripoli.

Il regista ha anche ricordato che “sulla base dei pagamenti carte di credito di al-Khayyat, i due uomini viaggiano ogni settimana in Turchia dopo l’assunzione di grandi quantità di soldi il giorno prima del viaggio”.

Traduzione a cura di https://www.facebook.com/Lo.Sai.Simbologia.e.SetteSegrete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...