Notizie ricorrenti su un’accordo IRAN/USA con incluso trattative attorno alla Siria…

Clinton statement on Reuters

Fonti giornalistiche hanno dichiarato al sito- Syria-politic- che l’accordo sul nucleare Iraniano tra gli Stati Uniti e l’Iran sarebbe pronto per la firma; l’Iran ha però voluto inserire la questione Siriana nel pacchetto di accordi, in intesa con Siria e Russia.

Le varie fonti sostengono che tra le soluzioni proposte dall’Iran “che non si richieda necessariamente la permanenza del Presidente Siriana Bachar al Assad, bensì una sua eventuale uscita di scena che gli garantisca protezione, (cosa a nostro avviso improponibile e illegale) e l’avvento di un sistema politico di orientamento NON islamista salafita,  e non ostile all’Iran e a Hezbollah in Libano.

Le fonti proseguono dicendo che in base all’accordo, “l’Iran non abbandonerebbe il suo piano nucleare, ma accetterebbe di ridimensionare il suo programma, abbassando nel contempo il livello di arricchimento dell’uranio e rendendo noti i dettagli del suo programma nucleare, oltre ad una maggiore collaborazione con gli ispettori dell’AIEA.”

Sempre secondo la stessa fonte, se l’accordo fosse firmato tra gli Americani e l’Iran, questo “porrebbe fine alla crisi Siriana”, e asserendo che ciò che vediamo in questo momento di scenari e dispiegamenti vari, è solo parte di una serie di pressioni esercitate che precedono un’eventuale futuro accordo Siro Americano, e che un previsto rafforzamento a breve della presenza militare delle truppe regolari ad Aleppo, ha per scopo di rafforzare la posizione negoziale e politica Siro Iraniana.

La Clinton parla per la prima volta di “transizione politica”

Il sito Syria-politic, inoltre cita che queste notizie arrivano in concomitanaza con una importante e improvvisa dichiarazione di Hilary Clinton a Bruxelles mercoledi 5 dicembre, durante colloqui con i ministri degli esteri della NATO, circa l’importanza dell’ inizio più rapido possibile della transizione politica in Siria, aggiungendo che “ciò richiederebbe da parte del ‘regime’ di prendere al più presto la decisione di iniziare una transizione politica, e di “fermare la violenza contro il suo popolo”…, a suo dire, e prosegue dicendo “ci auguriamo che lo facciano… perché siamo convinti che la sua caduta (il regime) sia “inevitabile”.

Tale dichiarazione è alquanto singolare, in quanto tutte le sue precedenti dichiarazioni parlavano di “giorni contati”, mentre ora invita ad una transizione politica. La maggioranza dei media arabi complici del complotto,  nel riferire questa dichiarazione,  ha evitato di riportarla con la coretta citazione, indice di una furbesca manipolazione delle informazioni ‘comme d’habitude’,  mentre la dichiarazione è rimasta invariata nel testo dell’agenzia giornalistica “Reuters”. A riprova di ciò  la foto del testo come riportato su “Reuters” e il “Chicago Tribune”. Nel linguaggio politico si presta molta attenzione alle parole usate, e che determinano spesso un chiaro messaggio politico di intento!

All’opposto di queste notizie di buon auspicio per la Siria, putroppo troviamo varie dichiarazioni, e a cui non è dato ai comuni mortali averne certezza al 100%, che parlano “stranamente” e con sospetta insistenza  del pericolo nell’uso da parte dell’Esercito regolare Siriano di armi chimiche contro la popolazione, a loro dire, confermando che la questione dell’uso di arsenale chimico riamane una “linea rossa” per gli Stati Uniti, come asserito dalla Clinton a Bruxelles durante la conferenza stampa alla rinione dei paesi della NATO, con conseguenze di un diretto intervento militare  americano in Siria.

Nei giorni scorsi è iniziato il tam tam delle notizie false secondo la quale i satelliti americani avrebbero “spiato” sospetti movimenti attorno agli arsenali Siriani dove si troverebbero le armi chimiche Siriane, e che l’Esercito regolare starebbe armando missili con cariche chimiche da usare presto. (Il condizionale è d’obbligo!)

Ma stranamente il web riporta sempre più insistentemente della possibilità che la Turchia, abbia intenzione di fornire ai suoi accoliti che combattono in Siria, proiettili a basso contenuto di miscela chimica, che una volta usati da questi criminali, fornirebbe il “pretesto” tanto sperato, e “legalizzando” un intervento militare generalizzato a mò di invasione della Siria, e finirla finalemente con questa guerra “proxy” fallimentare.

Il video mostra prodotti chimici tossici in produzione in Turchia. Il video ha poi in sottofondo una delle tante inni di guerra degli islamisti, che decanta la loro determinazione ad …annientare i loro nemici. Video contrafatto? difficilmente, dato che molte altre notizie riguardo ad una possibile fornitura di queste armi da parte dei Turchi ai terroristi salafiti circolano sul web.                       Mi rifiuto di postare il filmato che contiene un esperimento letale in laboratorio contro poveri animali. Il link è il seguente (sempre che non venga cancellato da Youtube). http://youtu.be/hDtVigGU0U4

Ricordiamo il trucco del bombardamento effettuato dai terroristi Qaidisti contro vari villaggi Turchi qualche settimane fà, al fine di fornire all’esercito turco la scusa per bombardare le postazioni dell’Esercito regolare in territorio Siriano, causando molti morti nelle sue file. Trucco documentato estesamente sul web. Ora ci riprovano? Purtroppo contro la mente criminale e falsa di chi sostiene i terroristi, non ci è dato avere prove preventive delle cattive azioni pianificate se non dopo il misfatto. Ma noi ve ne informiamo e anticipiamo le notizie in modo che non si dica che non si sapeva. La Turchia paese chiave nelle mani e nelle intenzioni aggressive della NATO, non si ferma davanti a niente pur di compiacergli, e sperare (illuoriamente) di diventare un paese guida nella zona Mediorientale.

A proposito di gruppi Qaedisti in Siria, Gli Stati Uniti e i loro alleati Europei si svegliano solo ora dal finto sonno, per dichiarare che uno dei gruppi combattenti più agguerrito e più credele, responsabile dei più efferati crimini ed attentati  in Siria denominato “Nusrat al Islam” (I vittoriosi dell’Islam), sia stato iscritto nella lista dei gruppi dichiarati terroristi. L’Occidente falso e criminale, li ha prima armati, rafforzati, tecnologizzati, ed ora si accorgono che sono terroristi. Domanda: se ne vogliono liberare in vista di una soluzione “politica” in Siria, oppure temono che il cane mordi la mano del suo padrone. Difficile spiegare la menzogna e la falsità di chi da due anni e più pianifica e trama per conto di Israele, contro la Siria e il suo popolo.

Di oggi il 6 dicembre 2012 la notizia che una delle più grandi portaerei nucleare statunitense “Eisenhower”, con a bordo 8000 marines, si trova già antistante le acque territoriali Siriane, con chiaro intento interventista. All’opposto, è recente la notizia sul web dell’arrivo nel porto di Tartous di navi Russe. La Siria ha appena ricevuto, o riceverà di sicuro, sistemi missilistici balistici Russi denominati “Iskandar” come risposta Russa al dispiegamento dei missili “Pariot” americani, di prossimo dispiego sull confino Turco/Siriano, capaci di creare una zona di interdizione aerea fino a 100 km all’interno dei cieli Siriani.

Eiwenhower

Alla faccia della soluzione politica della crisi Siriana!

Ci rimane solo di aspettare la conclusione della riunione che si tiene oggi a Dublino sulla questione Siriana, tra la ministra degli esteri USA Hilary Clinton e il suo omologo Russo Lavarov. Che si riuniscano per arrivare a miti consigli prima che esploda nella zona la III guerra mondiale?

Intanto la guerra e la tragedia Siriana continuano sulla pelle dei Siriani innocenti. Nelle prossime settimane alcune manifestazioni in Europa (Italia, Francia e altri paesi), sono programmate o saranno programmate a sostegno della Siria, e per chiedere di non intervenire militarmente.

Sostenete il popolo Siriano con la Vs. partecipazione a tali eventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...