Siria, Ginevra2, Arabia Saudita Dona 300 Milioni di Dollari ai Takfiri in Siria.

Il Dono dell'Arabia ai Takfiri

Il Dono dell’Arabia ai Takfiri

Abu Dhabi / Istanbul, (SANA) – L’Arabia Saudita ha offerto più soldi a sostegno dei gruppi terroristici armati che insanguinano la Siria e lavorano per distruggere la sua sicurezza e stabilità.

Il canale Sky News ha riferito che l’Arabia Saudita ha dato 300 milioni di dollari a quello che ha definito “governo di transizione” formato Lunedì dalla “coalizione di Doha” ad Istanbul .

I soldi, nonostante siano stati dichiarati come un aiuto per il nuovo “governo” formato, troveranno, come sempre, la loro strada per finire nelle mani dei gruppi terroristici, in particolare quelli affiliati ad al-Qaeda.

Nel frattempo, il membro della cosiddetta Commissione generale della coalizione di Doha, Minzer Makhous, ha ammesso che la coalizione è completamente inchiodata alle parti estere il cui interesse è di attuare le loro agende, senza alcuna considerazione della volontà e di ciò che il popolo siriano vuole.

Richiamando i termini dell’approvazione della coalizione a partecipare alla conferenza internazionale proposta sulla Siria a Ginevra2, Makhous li ha definiti un “progetto” , in un’intervista con il canale BBC, che si basa su un documento di lavoro formulato dallo stato francese e che il ruolo della coalizione è di rispettarlo ed accettarlo.

Ha chiarito che le condizioni di partecipazione “non sono un progetto realizzato dalla coalizione , ma è piuttosto un progetto internazionale – arabo- regionale basato principalmente su un documento di lavoro formulato dallo stato francese” .

Egli ha fatto notare di aver partecipato al fraseggio del documento di lavoro in qualità di “ambasciatore” della coalizione in Francia .

Sottolineando ulteriormente la subordinazione della coalizione e la mancanza di indipendenza, Makhous ha aggiunto che la carta aveva ottenuto la benedizione di ciascuno degli Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia , Germania, Italia , Qatar, Arabia Saudita e Turchia che hanno dato le loro note sulla bozza prima del “progetto finale” che è stato riformulato sulla luce di queste note per essere in seguito adottato dalla Lega araba .

Egli ha ribadito che tutte le linee principali del ” progetto” sono internazionalmente fatte e approvate nella recente “riunione di Londra” chiamata amici della Siria.

La vera coalizione dell’opposizione “siriana” è (USA - GB - Francia - Turchia - A’Saudita e Qatar)

La vera coalizione dell’opposizione “siriana” : (USA – GB – Francia – Turchia – A’Saudita e Qatar)

Il consenso condizionato della coalizione per partecipare alla conferenza internazionale di Ginevra2, richiama alla memoria le minacce dell’ex ambasciatore degli Stati Uniti a Damasco, Robert Ford, rivolte ai membri della coalizione di impegnarsi negli sforzi internazionali per risolvere la crisi in Siria politicamente sulla base di quanto concordato tra Mosca e Washington.

Tuttavia, le condizioni per la partecipazione della Coalizione sono chiari, rappresentano le condizioni americane e occidentali che cercano di adattare la soluzione politica in Siria per le dimensioni dei loro interessi.

Ciò è stato reso ancora più evidente dal rapido benvenuto Americano all’approvazione della coalizione, è stata espressa dal segretario di Stato Usa John Kerry come fosse un consenso americano in primo luogo.

http://www.tg24siria.com & http://www.syrianfreepress.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...