Siria – Russia, Firmato L’accordo Per Estrarre Il Gas Ed Il Petrolio Dalle Acque Territoriali Siriane.

Damasco, (SANA) – Il ministero del Petrolio e delle Risorse Minerarie siriano ha firmato il contratto “Amrit” con la compagnia russa Soyuzneftegaz per l’estrazione di petrolio, lo sviluppo e la produzione nel blocco n°2 delle acque territoriali siriane.

Ministry of petroleum, Syria - Russia

Ministry of petroleum, Syria – Russia

I contratti prevedono l’esplorazione di petrolio nella zona tra la città Tartous e la città di Banyas a una profondità di 70 km, che copre una superficie complessiva di 2.190 chilometri quadrati.

In questa fase, Il contratto prevede degli indagini iniziali nella zona e preparazione di studi per individuare i siti di perforazione potenziali, del costo di oltre 15 milioni di dollari.

La seconda fase riguarderà la perforazione di almeno un pozzo di prova e costerà oltre 75 milioni di dollari, e se le operazioni avranno successo, l’azienda eseguirà con ulteriori trivellazioni, sviluppo e produzione.

Il contratto comprende anche vantaggi, quali la formazione del personale presso l’Istituto generale siriano del Petrolio per creare una forza lavorativa siriana qualificata.

Soyuzneftegaz sarà responsabile per finanziare tutte le fasi del contratto, e inizierà ad operare immediatamente dopo la ratifica del contratto e la pubblicazione.

Ministro del petrolio Sleiman al-Abbas ha detto che questo contratto viene nel contesto della cooperazione redditizia tra le imprese russe e i stabilimenti siriane, osservando che l’attuazione del contratto in circostanze attuali in Siria costituirà una grande sfida.

Al-Abbas spera che questo contratto incoraggerà le aziende nei due paesi amichevoli, in particolare la Russia, per venire a investire in Siria e realizzare progetti petroliferi in esso, affermando che tutte le compagnie del petrolio e del gas russi che lavorano in Siria sono ancora in funzione nonostante le condizioni attuali.

Sullo stato dei campi petroliferi nella regione orientale della Siria, il ministro ha detto che i gruppi terroristici hanno preso di mira il settore petrolifero e vandalizzando i suoi stabilimenti, dopo essere derubato, passa alla raffinatura primitiva per poi essere contrabbandato in Turchia.

Questo contrabbando è in aumento, grazie alla copertura legale di questo furto da parte dell’EU che ha concesso il commercio del petrolio siriano con i gruppi terroristici con la scusa di usare il reddito per migliorare la situazione umanitaria nelle zone controllate dai terroristi.

A sua volta, l’ambasciatore della Russia in Siria, Azamat Kulmuhametov, ha detto che questo contratto è la prova delle forti relazioni economiche tra la Siria e la Russia, notando che il presente contratto ha una particolare importanza in quanto arriva in un momento in cui la Siria si trova ad affrontare le sanzioni arbitrarie imposte dai paesi occidentali e altri regionali.

:::::::::::::::::: http://www.tg24siria.com & http://www.syrianfreepress.net ::::::::::::::::::::

One thought on “Siria – Russia, Firmato L’accordo Per Estrarre Il Gas Ed Il Petrolio Dalle Acque Territoriali Siriane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...